Lario Reti Holding, via libera al riutilizzo delle acque depurate negli impianti di Bellano e Olginate

Lario Reti Holding, via libera al riutilizzo delle acque depurate negli impianti di Bellano e Olginate

Ottenuto il provvedimento che consentirà di dare vita al progetto congiunto con Silea per il riutilizzo delle acque depurate ai fini del lavaggio stradale.

Lario Reti Holding ha ottenuto l’autorizzazione al riutilizzo delle acque depurate dagli impianti di Bellano ed Olginate che, grazie all’accordo di collaborazione stretto con Silea – la società gestore del ciclo integrato dei rifiuti in Provincia di Lecco – saranno utilizzate per la ricarica delle spazzatrici stradali.

Il progetto ha inizio da questi due depuratori in quanto il ciclo di trattamento esistente – ultrafiltrazione con membrane a Bellano e filtrazione seguita da disinfezione con UV a Olginate – garantisce una qualità degli scarichi già idonea al riuso, raggiungendo i limiti di qualità più stringenti richiesti rispetto a quelli normalmente applicati sulle acque reimmesse in natura. I lavori necessari alla realizzazione delle linee di trasporto delle acque depurate in zone accessibili alle spazzatrici stradali e al posizionamento delle colonnine di ricarica inizieranno nel corso della primavera, con un valore di investimento pari a 25.000 Euro circa.

 “Siamo molto soddisfatti – commenta Lelio Cavallier, Presidente di Lario Reti Holding – con queste due autorizzazioni viene avviato un percorso che consentirà di contenere i costi operativi di entrambe le società, riducendo al contempo i consumi di acqua potabile. Si tratta di un progetto pilota; in base ai risultati potrebbe estendersi ad altri depuratori come quelli di Nibionno, Osnago, Barzio, Colico Monteggiolo e Valmadrera. In un periodo storico in cui gli effetti dei cambiamenti climatici sono palpabili, questo progetto rappresenta un segno tangibile del nostro impegno verso l’economia circolare”.

 “Questo progetto è un esempio di collaborazione virtuosa tra public utilities del territorio. La riduzione del consumo di risorse naturali nei nostri servizi, così come l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili, sono obiettivi chiave alla base del percorso di sostenibilità ambientale su cui stiamo lavorando. Utilizzare acqua depurata in sostituzione di acqua potabile, è il modo con cui estendere ed applicare i principi dell’economia circolare, tipicamente associata al riciclo dei rifiuti, anche ai servizi di pulizia strade” continua Domenico Salvadore, Presidente di Silea.

 I lavori di realizzazione dei sistemi di ricarica saranno completati durante l’estate, con il posizionamento della colonnina di distribuzione di Olginate all’interno della ricicleria (centro di raccolta comunale) e, a Bellano, nel parcheggio sul lungolago connesso al depuratore esistente.

Related Blogs

18/05
Raccolti 36 kg di rifiuti a Toscolano Maderno Venerdì 13 maggio, a Toscolano Maderno, alcuni volontari di Acque Bresciane con la sindaca, Delia Castellini, hanno ripulito la spiaggia e i...
03/05
 Il Presidente e AD di Como Acqua, ing. Enrico Pezzoli, in qualità di Portavoce della Rete Water Alliance – Acque di Lombardia, composta dalle tredici aziende pubbliche che erogano il Servizio Idrico Integrato a circa otto...
02/05
Dopo l’ok del Consiglio provinciale di ieri, nella carta costitutiva del gestore unico del servizio idrico integrato entrerà l’obbligo di produrre benefici per territorio e operatori. Una nuova forma giuridica...